Depressione Sintomi e Cura - Antonio Melillo Psicologo - Firenze Avellino Salerno Napoli

La depressione

Nel mondo si stima che circa 340 milioni di persone soffrano di depressione. Secondo lo studio ESEMeD (European Study of the Epidemiology of Mental Disorders) in Italia, la prevalenza della depressione maggiore e della distimia nell’arco della vita è dell’11,2% (14,9% nelle donne e 7,2% negli uomini).

Depressione Sintomi

La depressione è un disturbo dell’umore. Le persone depresse hanno un umore negativo per la maggior parte della giornata, la tristezza invade la loro quotidianità. Lamentano una perdita di energie, anche quelle per alzarsi dal letto la mattina o fare la doccia. Soffrono di insonnia o ipersonnia, hanno difficoltà nel concentrarsi e con la memoria, perdita di peso o aumento eccessivo, si sentono nervosi ed avvertono agitazione motoria e mancanza di desiderio sessuale, hanno ricorrenti pensieri suicidari. Durante i colloqui riportano un forte senso di insoddisfazione e di impotenza verso la loro condizione, il senso di vuoto e la tristezza e l’angoscia che li accompagnano.

Comorbilità

Fino al 20%-25% delle persone che hanno delle patologie croniche gravi come diabete, infarto del miocardio, carcinomi, ictus, sviluppano la depressione durante la loro malattia. Per quanto riguarda gli altri disturbi psicologici, sono frequentemente presenti contemporaneamente alla depressione: Abuso di Sostanze, Ansia, Attacchi di Panico, Disturbo Ossessivo Compulsivo, Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa, Disturbo Borderline di Personalità.

depressione Dott. Antonio Melillo Psicologo
Vincent van Gogh, Dolore (6-9 novembre 1882)
depressione Dott. Antonio Melillo Psicologo
depressione Dott. Antonio Melillo Psicologo
Fonte: Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute

Cura Depressione

Come cura la depressione uno psicoterapeuta strategico?

Ricordo innanzitutto che un terapeuta strategico lavora sulle tentate soluzioni disfunzionali messe in atto dal paziente nel tentativo di risolvere il suo problema. Queste soluzioni pur essendo state funzionali in passato per risolvere problemi simili, ora sono in realtà le responsabili della persistenza del problema.
30 anni di ricerca-intervento condotti al Centro di Terapia Breve Strategica di Arezzo hanno dimostrato che quell’etichetta diagnostica abusata più di ogni altra non è altro che una sorta di scatola cinese della psicopatologia.
La scatola più grande è quella che il paziente porta in seduta, quella che i colleghi psicologi, psicoterapeuti e psichiatri definiscono appunto depressione.
Questi pazienti ci raccontano tutti la stessa storia che più o meno fa così:

illusione - delusione – depressione

Qualcosa in cui credevano profondamente si rompe e rompendosi ha ristrutturato la loro realtà in negativo.
È qui che scatta la trappola, di fronte alla rottura la persona rinuncia, assume il ruolo di vittima.
Pensiamo alla fine di una storia d’amore. Se la persona reagisce rinunciando: “mi rifiuto di cercare un’altra persona” “sono tutti uguali” “resterò sola per sempre”.
Questa reazione da vittima può mettere la persona in un circolo vizioso che può invadere anche altri aspetti della propria vita, lavoro e amicizie. Pensate a una persona affetta da attacchi di panico non curati o come accade spesso curati male. Si isola, evita le più comuni occasioni di divertimento, crea relazioni di aiuto morbose in cui il partner o i familiari sono suoi complici nel mantenere il problema, la sua vita è fatta di rinunce ed evitamenti. Inizia a sentirsi triste, l’umore si fissa sul lato negativo, l’energia vitale scende al minimo e come ultima chance iniza a pensare al suicidio. Molti di questi casi vengono diagnosticati come depressione in comorbilità con un disturbo da attacchi di panico. Ansia e depressione vanno a braccetto nelle diagnosi psichiatriche.
Presso il Centro di Terapia Breve Strategica di Arezzo sono state messe appunto strategie che si sono dimostrate capaci di sbloccare, in tempi brevi, il circolo vizioso sottostante alla “depressione”.
Il primo obiettivo di un terapeuta strategico è quello di schiodare il paziente depresso dalla sua posizione rinunciataria e successivamente lavorare sulla scatola cinese più piccola, contenuta da quella grande della depressione.
Grazie alla Terapia Breve Strategica l’82% dei casi di depressione è stato risolto con una media di 8 sedute.
Potete contattarmi sia via mail che al cellulare. Ricevo a Firenze e in Campania. In Campania a Avellino, Salerno e Napoli su appuntamento.

Anche la più cupa delle tenebre può essere rischiarata da un singolo raggio di luce

San Francesco d'Assisi
  • Muriana E., Pettenò L., Verbitz T., "I volti della depressione", Ponte alle Grazie, Milano, 2006
  • Nardone G., "Manuale di sopravvivenza per psico-pazienti", Ponte alle Grazie, Milano, 2002
  • Nardone G., Watzlawick P., "L'arte del cambiamento", Ponte alle Grazie, Milano, 1990
  • Watzlawick P. et al., "Change: la formazione e la soluzione dei problemi", Astrolabio, Roma, 1974
  • Yapko M. D., "Rompere gli schemi della depressione", Ponte alle Grazie, Milano, 2002
Cerchi uno Psicologo ad Avellino?
Lo Psicologo Antonio Melillo riceve a Avellino in via Chiaria, n.12/A
Cerchi uno Psicologo a Napoli?
Lo Psicologo Antonio Melillo riceve a Napoli in Piazza Garibaldi, 101
Cerchi uno Psicologo a Salerno?
Lo Psicologo Antonio Melillo riceve a Salerno in Piazza Mazzini n.4

DISTURBI e PROBLEMI TRATTATI:

DEPRESSIONE – TERAPIA DI COPPIA - ANSIA - COMPULSIONI - COACHING – ATTACCHI DI PANICO - PAURA DI GUIDARE – ANGINOFOBIA - BASSA AUTOSTIMA – GESTIONE DELLA RABBIA – OSSESSIONI- TRAUMI – LUTTO – DIPENDENZE – PROBLEMI RELAZIONALI – FOBIE – PROBLEMATICHE E DISTURBI SESSUALI - AGORAFOBIA - DISTURBO POST-TRAUMATICO DA STRESS - OSSESSIVO COMPULSIVO - ANORESSIA - BULIMIA - VOMITING - IPOCONDRIA - BINGE EATING - SHOPPING COMPULSIVO - GIOCO D'AZZARDO - DIPENDENZA DA INTERNET - Information Overloading Addiction: quando le informazioni non bastano mai - SCOMMESSE IN RETE - ANSIA DA PRESTAZIONE - FOBIA SCOLARE - PROBLEMI SCOLASTICI